LUIS BACALOV SI COMMUOVE A TARANTO CON “LE AVVENTURE DI ALINA”

REDAZIONE 01/04/2017 Commenti disabilitati
LUIS BACALOV SI COMMUOVE A TARANTO CON “LE AVVENTURE DI ALINA”

Ce ne vuole a commuovere un grande artista come Luis Bacalov, un musicista che nella sua incredibile carriera ha “firmato” decine di successi immortali e ha vinto un Premio Oscar per la migliore colonna sonora, eppure questa magia è avvenuta nella mattinata di ieri (31 marzo) a Taranto in un Teatro Orfeo gremito delle voci gioiose di centinaia di alunni e studenti.

Tante scolaresche hanno assistito a “Le avventure di Alina”, uno spettacolo per ragazzi con le musiche di Luis Bacalov che, eseguite in un arrangiamento per l’Orchestra della Magna Grecia in prima nazionale esclusiva, l’ottantatreenne Maestro aveva composto negli anni Settanta.

Con la regia di Carlos Branca, lo spettacolo racconta Le avventure di Alina, il personaggio protagonista della collana di libri per ragazzi dell’autrice Marina Rivera.

Alina è una ragazzina di 7 anni che vuole scoprire, viaggiare e trasformare il mondo; le sue storie sono legate all’arte, al travestimento, al gioco, alla musica, all’identità; così Alina, cantando e ballando percorre i mondi proposti nei testi Janna Carioli e di Gianni Rodari come “La casa”, “Ci vuole un fiore”, “I-o boa coccodè miao”, “Il bambino di gesso” e nella musica di Luis Bacalov.

Il racconto è stato il filo conduttore tra le diverse musiche e la protagonista che ha anche “giocato” in scena con le immagini proiettate e alcuni elementi scenografici, ammaliando le centinaia di bambini e ragazzi che, rapiti, hanno assistito a “Le Avventure di Alina”.

Con ”Le avventure di Alina” è terminata la nuova edizione del progetto “La musica mi piace…” che l’Istituzione Concertistico Orchestrale “Magna Grecia” ha organizzato per contribuire a operare un reale rilancio socio-culturale attraverso la promozione della Musica, soprattutto sotto l’aspetto formativo a favore degli studenti delle scuole primarie e secondarie del territorio.

Hanno aderito al progetto, infatti, gli Istituti Comprensivi “XXV Luglio-Bettolo” di Taranto, “Don Bosco” di Grottaglie, “Renato Moro” di Taranto, ”Cisternino” di Cisternino, l’I.I.S.S. “Maria  Pia” di Taranto e il Liceo delle Scienze Umane Vittorino da Feltre di Taranto.

Oltre a “Le avventure di Alina”, il progetto si è articolato in altri due eventi artistici: il “Concerto on demand… la musica che amo” con l’Orchestra ICO “Magna Grecia” diretta da Maurizio Lomartire, una autentica “lezione-concerto” con una orchestra sinfonica e gli strumenti solisti, e la rappresentazione del “Don Chisciotte” di Giovanni Paisiello, una “commedia per musica” scritta da Giovanni Battista Lorenzi ispirandosi alla famosa opera Miguel De Cervantes e musicata dal famoso compositore tarantino.

Nell’ambito dei tre eventi gli studenti sono stati chiamati ad esplorare l’evoluzione del linguaggio musicale nel corso della storia e ad approfondire la grande influenza che la musica ha su ogni forma d’arte e di comunicazione.

Il progetto ha conseguito il coinvolgimento diretto degli studenti, in particolare grazie alla figura del “tutor” che, in occasione di ogni evento, ha presentato lo spettacolo descrivendo con un linguaggio semplice ed efficace sia gli aspetti tecnici, che le connotazioni storiche più importanti.

Negli eventi, inoltre, è stata prevista la “partecipazione guidata” di alcuni studenti, scelti a caso tra il pubblico, che sono stati chiamati sul palco sedendo nell’orchestra, direttamente tra i professori, eliminando la “barriera” rappresentata dal palco, quella struttura che così non è più inarrivabile e lontana, ma diventa luogo “agibile” e alla portata di tutti.

Con l’azione sinergica del tutor e della partecipazione guidata sul palco, gli studenti hanno potuto provare a capire cosa indichi un Direttore d’Orchestra con i suoi misteriosi gesti, vedere i professori d’orchestra all’opera con le loro straordinarie capacità; i ragazzi, inoltre, in alcuni casi hanno anche potuto provare gli strumenti e persino “dirigere” l’orchestra.

Il partner culturale e sociale dell’Orchestra della Magna Grecia è Ubi Banca Carime che conferma il suo sostegno convinto per corroborare sul territorio la funzione di una economia integrata al fine di garantire responsabilmente un’alta qualità della vita; l’orchestra è sostenuta da Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e Turismo, Comune di Taranto, Regione Puglia, e Fondazione Cassa di Risparmio di Puglia.

Comments are closed.