SETTIMANA SANTA: AGGIUDICATI I SIMBOLI DELLE PROCESSIONI

REDAZIONE 14/04/2014 Commenti disabilitati
SETTIMANA SANTA: AGGIUDICATI I SIMBOLI DELLE PROCESSIONI

Ieri sera nella tradizionale Domenica delle Palme si sono tenute le “gare” per l’aggiudicazione dei Simboli della Settimana Santa tarantina.

Ricordiamo che lo scorso anno infatti dopo più di due secoli in cui questo giorno coincideva con la Domenica delle Palme, i Confratelli delle due Confraternite (Addolorata e Carmelo) anticiparono le aste (una settimana prima) per volontà di S.E. Monsignor Filippo Santoro, Arcivescovo della Diocesi di Taranto, per avere nella solenne Domenica delle Palme come giorno di riflessione e pace che coincise con l’arrivo del nuovo Papa Francesco.

Quest’anno le gare sono ritornate quindi nel giorno del consueto appuntamento con il solo rispetto del vespro. Soltanto dopo la preghiera serale cristiana infatti si sono svolte le Assemblee Straordinarie.

Prima è toccato alla Confraternita di Maria Santissima Addolorata la cui gara si è tenuta alle 18.30 nella Chiesa di San Domenico in Città Vecchia dove mancava da un trentennio. Le Sdanghe sono state aggiudicate a 70.000 contro i soli 33mila euro del 2013 (nel 2012 erano stati 80mila e 400 euro); la “Troccola” invece a 15.100 euro (cento euro in meno del 2012); la “Croce dei Misteri” scende ancora a 8.000 euro (contro i 9000 del 2013 e i 12mila e 550 euro del 2012); le “Pesare” scendono ancora a 2.000 (erano stati 4.000 nel 2013).

Per la Processione dei Sacri Misteri organizzata dalla Confraternita del Carmine la gara è iniziata alle 20.30 nel Salone di Rappresentanza della Provincia. Le più importanti aggiudicazioni sono state la troccola (quadruplicata l’offerta rispetto al 2013) e Gesù morto (stabile). Queste le cifre in dettaglio:

La “Troccola” è stata aggiudicata a 20.700 euro (contro i 5.000 del 2013); il “Gonfalone” a  4.650 euro (rispetto i 2.500 del 2013); la “Croce dei misteri” a 8.200 euro (rispetto i 7.100 del 2013); “Cristo all’orto” a 10.000 euro (invariato rispetto ai 10.100 del 2013); “La colonna” a 20.000 euro (rispetto ai 10.000 del 2013); “Ecce homo” a 20.100 (rispetto ai 10.000 del 2013); “La cascata” a 11.000 euro (in ribasso rispetto ai 15.000 del 2013);  “Crocifisso” a 22.300 (stabile rispetto ai 21.000 del 2013); la “Sacra sindone” a 10.000 (in ribasso rispetto ai 22.900 del 2013); “Gesù morto” a 45.000 euro (contro i 42.000 dello scorso anno); “L’Addolorata” a soli 13.000 (lo scorso anno erano stati 40.000 euro)

In un momento di crisi economica certe “cifre” potrebbero sembrare stonare rispetto al contesto sociale, ma ricordiamo che le donazioni raccolte saranno comunque destinate ad opere caritatevoli e alla mensa dei poveri.

Comments are closed.