UNA DOMENICA DELLE PALME DIVERSA PER I TARANTINI

SELINA BRUNI 24/03/2013 Commenti disabilitati
UNA DOMENICA DELLE PALME DIVERSA PER I TARANTINI

Una domenica delle Palme differente per i cittadini tarantini che dopo tanti anni non aspetteranno piĂč con ansia l’esito della tradizionale asta delle processioni, in quanto quest’anno per la prima volta Ăš stata anticipata al IV° sabato di Quaresima, su espressa richiesta di S.E. Monsignor Filippo Santoro Arcivescovo di Taranto.

Ricordiamo che l’Arcivescovo stesso aveva manifestato durante l’incontro con i Priori delle Confraternite dell’Addolorata e del Carmine che venissero rispettate al contempo le finalitĂ  del mantenimento e della conservazione dei riti, rivedendone perĂČ le modalitĂ , in modo da «preservare il senso evangelico di un’espressione di fede, allontanando ogni forma riconducibile ad un mero atto commerciale, pur salvaguardando il valore dell’offerta e del sacrificio».

La gara organizzata dalla Confraternita di Maria Santissima Addolorata si ù tenuta alle ore 19 nel salone del Circolo sottufficiali, dove le Sdanghe sono state aggiudicate a 33mila euro, contro le contro le 80mila e 400 euro dell’anno scorso; la “Troccola” a 15.200 euro; la “Croce dei Misteri” a 9000 euro contro i 12mila e 550 euro del 2012; le “Pesare” a 4.000 euro; il 1° Crocifero a 3.800 euro; il 2° Crocifero a 3.650 euro; il 3° Crocifero a 3.100 euro; il bastoncino a 2.200 euro.

L’asta per la Processione dei Sacri Misteri organizzata dalla Confraternita del Carmine invece Ăš iniziata alle 20.30 nell’ex caserma Rossarol e, pur contenendosi per i primi simboli, ha fatto registrare un rialzo per  “GesĂč morto” e “l’Addolarata”. La “Troccola” Ăš stata aggiudicata a 5.000 euro, rispetto ai 7000 del 2012; il “Gonfalone” a  2.500 euro; la “Croce dei misteri” a 7.100 euro; “Cristo all’orto” a 10.100 euro;  “La colonna” a 10.100 euro; “Ecce homo” a 10.000 euro, in rialzo rispetto a 8.000 euro dell’anno scorso; “La cascata” a 15.000 euro; ” Crocifisso” a 21.000 euro; la “Sacra sindone” a 22.900 euro; “GesĂč morto” a 42.000 euro, mentre nel 2012 venne aggiudicata a 11.000 euro; “L’Addolorata” a 40.000 euro, 25.000 euro in piĂč rispetto l’anno scorso.

Nonostante il cambio di tradizione e la crisi globale la generositĂ  dei tarantini ha continuato ad avere la meglio su dubbi e perplessitĂ .

Comments are closed.